Tutte le fiere

Massimizzare l'efficienza energetica negli impianti HVAC: il bilanciamento idronico statico e dinamico. Componenti, strategie progettuali, schemi applicativi

Aicarr

26.06.2018 - da 15:00 a 18:00

Italia - Bolzano - Eurac- Accademia Europea di Bolzano

GIACOMINI: Incontro Tecnico con le Industrie della Consulta Industriale AiCARR

Per conseguire l’efficienza energica richiesta dalle Direttive in ambito di riqualificazione degli edifici diventa fondamentale conoscere le più moderne tecnologie che permettano la minor invasività possibile ed un adeguato controllo delle condizioni termoigrometriche dell’ambiente. In questa ottica, i sistemi radianti in basso spessore con i relativi dispositivi di regolazione e le unità di trattamento dell’aria (per rinnovo, eventuale deumidificazione e integrazione) rappresentano una soluzione moderna ed efficace.
Lo scopo del bilanciamento è di fornire il corretto valore di energia termica in ogni parte dell’edificio; un impianto non bilanciato è sostanzialmente un sistema inefficiente.
Nei sistemi termici si riconoscono principalmente tre tipologie di dispositivi per il bilanciamento: valvole di bilanciamento statico (SBV,dall’inglese Static Balancing Valve), valvole di bilanciamento dinamico (PICV, Pressure Indipendent Control Valve) e valvole di controllo pressione differenziale (DPCV, Differential Pressure Control Valve).
Descrizione delle condizioni base per il bilanciamento:
- la portata di progetto deve essere disponibile a tutti i terminali, anche i più distanti;
- le pressioni differenziali delle valvole di regolazione non devono variare eccessivamente e soprattutto non   devono superare i livelli, massimo e minimo, di lavoro;
- le portate devono essere compatibili alle interfacce di sistema.
Analisi dei metodi di bilanciamento statico e dinamico e corretta applicazione dei dispositivi negli impianti.
L’incontro AiCARR intende:
- analizzare le caratteristiche tecniche e di performance dei dispositivi per il bilanciamento degli impianti termici;
- ottimizzazione della gestione dell’energia e soluzioni di bilanciamento statico e dinamico;
- analizzare i sistemi di riscaldamento e raffrescamento a soffitto e a pavimento radiante a basso spessore in sinergia con le unità di trattamento dell’aria e VMC per il raggiungimento ottimale del confort termoigrometrico.

La partecipazione all'incontro riconosce:

- 3 CFP ai Periti Industriali iscritti agli Ordini

Crediti Formativi Professionali richiesti per Ingegneri. L'effettiva assegnazione è subordinata all'approvazione del CNI.